26/10/2016

Bibliotheka Edizioni torna dalla Frankfurter Buchmesse 2016: si aprono tante porte per il nostro futuro lavoro

Dal 19 al 23 Ottobre uno stand di Bibliotheka Edizioni è stato presente alla Frankfurter Buchmesse del 2016, l’evento B2B più importante nel settore dell’editoria a livello mondiale. 



Prima di dare voce ai nostri racconti su questa straordinaria esperienza in terra tedesca sentiamo il bisogno di ringraziare sinceramente la Regione Lazio e gli uffici di Lazio Innova per averci concesso la possibilità di partecipare alla Fiera unendoci alla collettiva italiana organizzata dall’Associazione Italiana Editori - AIE
L’insieme delle case editrici della Regione Lazio presenti in Fiera ha poi dato vita al catalogo “Dreams, journeys, knowledge. You read, you can”, partecipato da oltre 30 piccole e medie realtà editoriali e da alcune delle loro opere migliori, tradotte nella lingua inglese, e selezionate in seguito alla partecipazione ad un contest promosso dagli uffici di Lazio Innova. Personalmente abbiamo proposto, con successo, l’inserimento nel catalogo dell’opera “Fiume Bojaccia. Delitti e misteri romani sul Tevere” , dell’avvocatessa Raffaella Bonsignori, un volume che ha come protagonista il migliore amico della città eterna - il fiume Tevere - e che racconta, supportato dai materiali raccolti in seguito ad una ricca ricerca d’archivio, undici famosi delitti avvenuti con la sua complicità e testimonianza.

Ma adesso veniamo alla nostra esperienza. Ci sembra, infatti, essenziale restituire ai nostri lettori e alle nostre lettrici una breve narrazione circa la partecipazione ad un evento che per vastità ed organizzazione ha del formidabile.
La Fiera Internazionale dell’Editoria di Francoforte rappresenta un momento in cui tutti gli attori coinvolti nel settore dell’editoria - a livello mondiale - si incontrano per conoscere i rispettivi core business e per stringere degli accordi di collaborazione. I partecipanti a questo evento sono, pertanto, di diversa natura e non identificabili solamente con le agenzie letterarie e le case editrici di tutto il mondo (in un numero già di per se sufficiente a rendere straordinariamente ricca e partecipata una manifestazione di questo genere), bensì è possibile incontrare e conoscere rappresentanti di istituti di cultura, agenzie e delegati di programmi nazionali di traduzione, tipografie, catene di distributori, funzionari della Commissione Europea portavoce dei programmi comunitari rivolti all’internazionalizzazione della cultura e qualsiasi altro soggetto direttamente e indirettamente collegato alla produzione e diffusione di opere letterarie. 

In questa formidabile cornice abbiamo ritagliato un nostro spazio e siamo tornati felici di aver conosciuto tante realtà diverse e stretto dei rapporti di collaborazione davvero interessanti. Ci riferiamo, ad esempio, all'intesa con l’Istituto Italiano di Cultura di Colonia e con il Consolato italiano di Francoforte, entrambi portavoce e attivi promotori della diffusione della Cultura Italiana in Germania, con i quali presto organizzeremo degli eventi atti a presentare libri che meglio descrivono le tradizioni e le origini del nostro Paese.
Alternativamente potremmo citare come l’illustrazione del nostro catalogo a numerose agenzie letterarie e case editrici abbia dato vita ad interessanti proposte di compravendita di diritti editoriali a cui provvederemo a dare presto concretezza. Abbiamo avuto, non da ultimo, la possibilità di stringere delle sincere amicizie con altre realtà editoriali italiane, circostanza altrimenti molto difficile nella quotidianità del nostro lavoro. 
Insomma partecipare alla Frankfurter Buchmesse del 2016 è stata veramente un’esperienza ricca di stimoli e nuovi input. Inutile negarlo, adesso che siamo tornati ci sembra di avere un’energia diversa ad alimentare il nostro lavoro. La sensazione è quella di aver incontrato numerose e diverse strade che non ci resta che iniziare a percorrere.

Share :

Lascia un commento

Facci sapere cosa ne pensi.