• 17/02/2017

    La morte può far rifiorire la vita

    La morte di un adolescente, lo sconforto degli amici, lo sconquasso tragico dei genitori. Una vita interrotta sul più bello, senza che possano essere consumati ogni, desideri, aspettative, amori. Ma da questa tragica fatalità, forse, è possibile ripartire.
    Ed è quello che accade ad una serie di personaggi, quasi tutti senza legami con questo adolescente che ci ha lasciato, e provare ad affrontare la vita con uno sguardo e una voglia di farcela più matura e consapevole. Di questo parla “Il giardino di Mattia”, opera prima di un’autrice, Daniela Ippoliti, che è riuscita con il suo romanzo a regalarci un magnifico inno alla vita. Abbiamo chiesto a Daniela di parlarci un po’ meglio del suo lavoro...

    Continua...
  • 14/02/2017

    Vendetta, soprusi e odio nella nuova saga Pandemonium

    Un regno sterminato in cui convivono razze diverse, pronte a darsi battaglia per una supremazia tanto agognata, quanto portatrice di sangue e violenza. Due gemelli, Nefos e Faidros, costretti a vivere nella menzogna e nell’inganno. Un mondo in cui magia, stregoneria e sortilegi regnano incontrastati e la vendetta è all’ordine del giorno. Primo romanzo della saga fantasy Pandemonium, Il vaso d’insetti è un romanzo che non passerà inosservato ai cultori del genere. Abbiamo chiesto alla sua autrice, Rebecca Panei, di parlarci in maniera maggiormente approfondita della sua opera.

    Continua...
  • 23/01/2017

    La voce fuori dal coro del signor G

    Osservare il consorzio umano. Analizzarlo sotto l’impietosa lente del sarcasmo, dell’ironia disincantata, del pessimismo più cosmico.
    Il Signor G, protagonista di questa surreale opera di Marco Gottardi, è una voce fuori dal coro. Una sorta di alieno sceso su una terra popolata da automi, da maschere, da persone ridotte a mere convenzioni. Ecco allora che vivere, per il Signor G, diventa la più insostenibile delle condanne e, per questo, decide di attuare un piano “curioso” che farà vacillare le fondamenta dei luoghi comuni e delle certezze sedimentate nel tempo. Abbiamo chiesto all’autore di quest’opera così singolare di spiegarci meglio il suo pensiero.

    Continua...